Informazioni generali

Pallet, quale materiale scegliere?

I pallet in legno sono stati i primi ad essere utilizzati e i primi impieghi risalgono ad oltre 100 anni fa. Negli anni si sono evoluti fino a diventare uno strumento universale per trasporto (standard Pallet EUR o EPAL che corrispondono alla misura di 80×120).

 Differenze tra pallet in legno e pallet in plastica

 I pallet in legno vengono prodotti ogni volta partendo da materiale vergine che proviene dall’abbattimento di alberi. Invece, i pallet in plastica sono stampati utilizzando come materiale polietilene o polipropilene anche provenienti da materiali di scarto trasformando i materiali in risorsa

I pallet, storicamente realizzati in legno, presentano delle caratteristiche che la plastica è in grado di ottimizzare. Per esempio, la plastica è molto più performante rispetto al tradizionale legno per quanto riguarda la resistenza ai carichi e permette di utilizzare materiale riciclato (certificati Plastica Seconda Vita).

Altra differenza tra le 2 tipologie di bancali è che quelli in legno devono rispettare le normative fitosanitarie ISPM15 FAO e devono sempre essere sottoposti a processo di sterilizzante (legno è un rifugio per microrganismi come batteri e funghi, o insetti, larve e parassiti).  

Le pedane in plastica invece, non temono l’attacco di batteri, muffe e insetti. Per cui sono più adatte per il trasporto di beni alimentari. 

I pallet in legno hanno una capacità di carico standard, poiché vengono prodotti con delle dimensioni standard. Le pedane in plastica hanno il vantaggio di poter essere assemblate tra loro molto più facilmente grazie alla forma degli agganci.

 La bilancia dei vantaggi pende leggermente verso i pallet in plastica in termini di sostenibilità economica e ambientale, resistenza al peso e all’usura, igiene e sicurezza.

Per riassumere:

Pallet in legno
PRO CONTRO
a parità di portata risulta essere più economico; struttura più idonea all’utilizzo su scaffalatura. sporca e crea schegge; richiede la fumigazione per l’utilizzo nei trasporti internazionali; non può essere stoccato all’esterno; non può essere personalizzato; difficilmente igienizzabile / lavabile per essere riciclato è necessario rimuovere le parti in metallo (chiodi e graffette); non può essere utilizzato per scopi alimentari.

Pallet in plastica
PRO CONTRO
Pesa circa la metà dello stesso pallet in legno; È facile da pulire, caratteristica molto apprezzata nell’industria alimentare; Può essere personalizzato per un migliore rilevamento e controllo; È più resistente agli urti; È un prodotto longevo: la durata è di circa dieci volte superiore a quella dei pallet in legno. È più soggetto a deformarsi in caso di carico eccessivo; È più costoso del pallet in legno; Richiede una pulizia meccanizzata e globale, dal momento che presenta numerosi angoli stretti e di difficile accesso in cui lo sporco si accumula piùfacilmente; In ambienti umidi può scivolare dalle forche dei carrelli, sulle scaffalature a gravità e su quelle mobili; È necessario prestare particolare attenzione alla sua progettazione: tipo di plastica, spessori, nervature.

Information Security Systems Auditor & Consultant

Korecon italia

per maggiori informazioni: