Ambiente

Dieci consigli per un Natale più green

Dal cenone fino ai regali sotto l’albero, ecco come trascorrere un Natale ecosostenibile grazie ai consigli del WWF, all’insegna dello zero-waste e della riduzione degli sprechi.

Un decalogo tutto green

Durante le feste ci trasformiamo nell’acerrimo nemico dell’ambiente: il super-consumatore. Pensiamo anche solo ai regali e alla carta che usiamo per impacchettarli, ai prodotti che compriamo per organizzare e preparare il cenone o il pranzo di Natale, agli addobbi che acquistiamo per abbellire le nostre case; pensiamo ora ai rifiuti che derivano da tutto ciò… rifiuti che, in questo periodo, aumentano in media del 30%.

Ecco, quindi, i 10 consigli del WWF per un Natale più green:

  1. Per chi viaggia:

Non tutti trascorreranno le feste a casa, ma l’importante è viaggiare in modo sostenibile: se non è necessario andare oltreoceano, meglio preferire il treno all’aereo, sicuramente a minor impatto sull’ambiente. Una volta giunti a destinazione, scegliete di utilizzare la bici o i vostri piedi per muovervi per la città, approfittando per scoprire le bellezze nascoste altrimenti non accessibili. Nella scelta delle strutture preferite quelle più attente all’ambiente e cercate sempre di ridurre per quanto possibile il lavaggio inutile della biancheria, limitandolo allo stretto necessario. Evitate, infine, di stampare mappe, biglietti o guide, preferendo la versione digitale.

  1. Scegliere l’albero

L’ideale sarebbe addobbare piante che abbiamo già nelle nostre case o acquistare un sempreverde nostrano come il ginepro, il corbezzolo o un agrume, oppure, ancora, realizzare un albero “fai da te” con materiali di riciclo o recupero. Se proprio desiderate l’abete, acquistatelo in un vivaio della zona, controllando la provenienza e verificando che abbia delle buone radici vitali; dopo le feste non buttatelo ma traferitelo in un vaso più grande posizionandolo in una zona fresca e umida del giardino o del terrazzo. Per gli addobbi preferite decorazioni in vetro, legno o pasta di sale. Potete anche usare frutta secca, marzapane o catenelle di popcorn che poi potrete dare agli uccellini una volta finite le feste.

  1. Luci a basso impatto

Per le luminarie evitate le luci a incandescenza, preferendo invece le luci a led, più costose ma a ridotto consumo energetico. Il costo più elevato viene compensato dal risparmio in bolletta di circa il 40%; inoltre, consumando meno, emettono anche meno anidride carbonica nell’ambiente. Sono inoltre più sicure poiché si scaldano meno riducendo così il rischio di incendio.

  1. Shopping senza auto

Per comprare i regali preferite andare a piedi, in bici o con i mezzi pubblici, riducendo così non solo l’impatto sull’ambiente ma anche lo stress del traffico. Se proprio non volete abbandonare la vostra auto, il carsharing è la soluzione.

  1. Regali green

Molto spesso, pur di fare regali, ci troviamo a regalare oggetti inutili o, peggio, non apprezzati. Possiamo, invece, fare regali solidali, come le donazioni a Organizzazioni che operano nella ricerca scientifica o nella tutela dell’ambiente e della salute come il WWF, appunto, o anche Emergency, Unicef, AIRC, etc. Sicuramente regali più utili di uno scaldamani a forma di lama o dell’ennesimo pigiama.

Se proprio vogliamo acquistare un pensiero, facciamolo in modo consapevole: leggiamo ad esempio le etichette dei vestiti preferendo le certificazioni “bio” per i tessuti naturali; facciamo regali all’insegna dello “zero waste”, come i dischetti per il trucco riutilizzabili, le pellicole per alimenti in cera d’api o una pratica borraccia per l’ufficio.

  1. Come preparare un cenone sostenibile

Prediligete i prodotti locali, preferibilmente a km zero e cercate di ridurre il consumo di carne evitando prodotti che provocano indicibili sofferenze agli animali come il paté o l’aragosta oppure, ancora, prodotti ittici ad elevato impatto sull’ambiente come il pesce spada, l’anguilla, i gamberi tropicali o il merluzzo; preferite, invece, prodotti magari meno conosciuti come il sugarello, lo zerro o la lampuga, meno noti ma sicuramente meno cari. Approvati i molluschi.

  1. Abbasso gli sprechi

Cercate di evitare gli sprechi sia in termini di scarti alimentari, sia in termini di confezioni e imballaggi: preferite pellicole e contenitori riutilizzabili, evitate stoviglie usa e getta in plastica (se proprio non potete farne a meno, utilizzate quelle compostabili che possono essere gettate anche sporche nell’umido) e, nel fare la spesa, preferite i prodotti sfusi a quelli imballati.

  1. Rispettiamo l’ambiente anche durante le pulizie

Pulire casa rispettando l’ambiente è possibile: utilizzate i famosi rimedi della nonna, come l’aceto, il limone o il bicarbonato, di sicura efficacia. Oppure, se non potete rinunciare ai detersivi industriali, preferite quelli sfusi per ridurre i rifiuti e rispettate sempre le dosi consigliate.

  1. Turn off the light!

Le luci, si sa, fanno atmosfera ma cercate di trascorrere le feste all’insegna del risparmio energetico: ricordate di spegnere le luci quando passate da una stanza all’altra e staccate la spina dei dispositivi elettrici ed elettronici in stand by quando non in uso, come i computer, le macchinette per il caffè, la tv…

  1. Occhio al trucco

Durante le feste il look glitterato è un must ma ricordate che i glitter degli ombretti, delle matite e delle creme sono minuscole microplastiche che non solo ci applichiamo al viso ma finiscono anche nell’ambiente; esistono in commercio trucchi che contengono glitter biodegradabili che potrebbero rappresentare una valida soluzione. Infine, preferite l’uso dei dischetti struccanti lavabili e dei cosmetici ricaricabili con packaging riciclabile.

Un piccolo gesto per noi, un grande gesto per l’ambiente.

Fonte: WWF – Il decalbero per un Natale green

Consultant Senior Safety and Environment

Korecon italia

per maggiori informazioni: