Ambiente

Vi.Vi.FIR: la Vidimazione Virtuale del Formulario di Identificazione dei Rifiuti

Dall’8 marzo 2021 è attivo in tutta Italia il servizio di Vidimazione Virtuale del Formulario di Identificazione dei Rifiuti (Vi.Vi.FIR) offerto da Unioncamere/Ecocerved. Si tratta del primo passo verso un sistema di tracciabilità dei rifiuti completamente digitale.

Come funziona Vi.Vi.FIR

Vi.Vi.FIR è un servizio gratuito a cui è possibile accedere attraverso il portale www.Vi.Vi.FIR.ecocamere.it, autenticandosi mediante identità digitale (SPID, CNS, CIE). La prima registrazione deve essere effettuata da un rappresentante dell’Organizzazione, legittimato ad eseguire l’operazione per conto della stessa. Il sistema verifica l’effettiva delega richiedendo conferma all’indirizzo istituzionale presente nel Registro delle Imprese.

Vi.Vi.Fir, su richiesta degli utenti, al momento della registrazione, genera uno o più “fascicoli virtuali”, identificati da un codice univoco, ai quali sono poi associati i numeri identificativi univoci da riportare sui FIR.

L’utente potrà richiedere la generazione del numero univoco da riportare sul proprio FIR in due modi:

  • on line attraverso l’accesso al portale web Vi.Vi.Fir: dopo avere generato il numero univoco del Formulario il sistema consente all’utente di produrre un modello di FIR contraddistinto dalla presenza di un QR Code. L’utente può stampare il formulario e compilarlo manualmente oppure stampare sul formulario i dati contenuti nel gestionale;
  • attraverso il proprio gestionale: interfacciandosi ai servizi applicativi, il sistema informativo gestionale si autentica con le credenziali tecniche e richiede l’emissione dell’identificativo univoco da riprodurre, attraverso lo stesso gestionale, sul formulario.

I FIR in formato PDF prodotti attraverso il portale web contengono l’identificativo univoco in chiaro e riportano nel QR code tutte le informazioni estese che sono contenute nell’identificativo stesso.

Il FIR dovrà essere quindi stampato in duplice copia e compilato con le informazioni relative alla movimentazione del rifiuto. Vi.Vi.FIR non è, infatti, un’applicazione per compilare il formulario che continua a rimanere in formato cartaceo. Una delle due copie fisiche sarà trattenuta dal produttore, l’altra dal destinatario finale. Al trasportatore, così come agli altri soggetti coinvolti, verrà fornita una fotocopia del FIR.

Un sistema transitorio con significativi vantaggi

Il sistema tradizionale rimane comunque in vigore e potrà essere utilizzato in alternativa a Vi.Vi.FIR. Vi.Vi.FIR è, difatti, una soluzione transitoria prevista dal nuovo D. Lgs. 116/2020 in attesa dell’entrata in vigore del RenTri (Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti), il nuovo sistema digitale per la tracciabilità dei rifiuti in sostituzione al mai entrato a regime SISTRI.

Tra i vantaggi vi sono la riduzione dei costi relativi all’acquisto dei FIR e il guadagno di tempo determinato dal non doversi più recare presso gli uffici preposti per la vidimazione.

Dopo questo primo passo, rimaniamo in attesa di raggiungere l’ambito traguardo della completa digitalizzazione del sistema di tracciabilità dei rifiuti.

Fonti: https://vivifir.ecocamere.it/

Consultant Senior Safety and Environment

Korecon italia

per maggiori informazioni: