Riservatezza dei dati e Covid-19: le attese FAQ del Garante

Sin dai primi giorni di riapertura delle aziende, i Datori di lavoro si sono ritrovati a camminare sul filo di rasoio nel tentativo di adottare tutte le necessarie misure di prevenzione e protezione per la salute indicate all’interno dei provvedimenti recentemente adottati senza trasgredire ai principi basilari della protezione dei dati personali secondo quanto definito dal Reg. (UE) 679/16.

Un po’ di chiarezza dal Garante della Privacy…

In data 04 maggio 2020 il Garante della Privacy ha pubblicato le tanto attese FAQ su alcuni temi scottanti in merito al trattamento dei dati nell’ambito dell’emergenza Covid-19.

Il tanto discusso tema del bilanciamento tra tutela dalla salute pubblica e riservatezza dei dati viene affrontato dalla più alta autorità italiana in materia.

Le FAQ risultano eterogenee passando dal contesto sanitario alla scuola, dall’ambiente di lavoro alle sperimentazioni cliniche fino al trattamento dei dati personali da parte degli enti locali.

Di seguito il link diretto alle FAQ messe a punto dal garante:

https://www.garanteprivacy.it/temi/coronavirus/faq

A breve pubblicheremo analisi approfondite in merito ai chiarimenti in ambito lavorativo pubblico e privato in cui sono stati dettati i comportamenti che deve tenere il Datore di Lavoro nei confronti dei propri lavoratori e specificato il ruolo che deve essere svolto dal medico competente.

Corporate & Legal Affairs Manager

per maggiori informazioni: